statistiche

NEWS N° 21.05/1 – #IONONSTOCONFEDEZ

 

Cari compagno di Viaggio, 

oggi voglio condividere con tutti voi, un post che ho pubblicato stamattina sulla mia pagina di facebook. Uso raramente la mia pagina di FB per pubblicare informazioni sulle tematiche trattate su Stazione Celeste, per quello ho altri canali divulgativi, la mia pagina personale di facebook la sfrutto per dar voce al mio Sè “Politico”, “Politica” (cona la P maiuscola) intesa nel senso più alto del termine, cioè quella che da voce e visibilità agli ultimi della fila, e a tutte quelle verità nascoste tra le pieghe dell’informazione che il sistema, attraverso i media mainstream, per ragioni puramente politiche (con la p minuscola) tende ad occultare…  e tutto questo lo faccio provando a leggere la realtà attraverso il mio senso critico affinato negli anni grazie alle parole di saggezza trasmesse dai Maestri e che coloro che seguono Stazione Celeste conoscono molto bene… anche se questo a volte implica andare controcorrente rispetto a come la pensano il 99% delle persone…

Il capitolo 27 del Grande Libro della Scelta, per l’appunto, parla di “Come sviluppare il senso critico nella vita di ogni giorno” , ne condivido con voi un estratto:

 

[…] Sviluppare un senso critico non ha niente a che vedere con l’autocritica, con quell’autocritica, quel criticismo di cui siete tutti quanti così sapientemente dotati e che vi fa dire “Io non sono all’altezza… Io non sono abbastanza bravo… Io non riesco a raggiungere la perfezione…” Quello è un altro discorso che vi potete vedere voi – day by day – a seconda delle scelte che fate, e che non c’è bisogno che i Portatori di Presenza si disturbino sempre a parlare a voi di cose che sapete affrontare assolutamente in maniera autonoma ed efficace da voi stessi medesimi. Il senso critico di cui parliamo noi oggi è una nuova frequenza dell’Essere Umano, è una frequenza che si sta sviluppando adesso e che vi permette di collegare il cuore alla vostra volontà e di diventare individui pensanti.[…]

Il senso critico di cui parlano oggi i Portatori di Presenza è il senso critico che la Grande Presenza Io sono dona a tutti quanti i suoi figli oggi. Sta voi volerne approfittare, sta a voi volerla esplorare, sta a voi volerla sviluppare nelle vostre vite attraverso la vostra Maestria. Questa – oh sì! – è una pagina nuova della storia dell’Uomo ma, nello stesso tempo, è una pagina latente che aveva bisogno solamente di essere portata alla luce, e non c’è strumento migliore come quello di una trasmissione in frequenza per portarla alla luce nella sua Verità.

Il senso critico – il senso critico! – fa parte del VERBO, fa parte della vostra capacità di essere esseri senzienti, di essere esseri pensanti, di essere Esseri che hanno il Potere della Scelta. Il senso critico fa parte della capacità che ha l’Uomo di compiere scelte e di andare dall’obiettivo A verso l’obiettivo B senza ritornare indietro a “meno A”. Questo è importante, è importante, è importante, fa parte di uno sviluppo del ragionamento logico che l’Umanità sta collettivamente e storicamente sperimentando in questo momento, e lo fa proprio grazie a queste emergenze che, viste dal punto di vista dei Portatori di Presenza, sono quasi una benedizione per voi. Lasciate perdere che siano delle emergenze provocate da altri, lasciate perdere la causa di quelle emergenze, state nel momento di adesso, quello è il miglior regalo che voi possiate farvi perché – ve lo ripetiamo – che sia un’emergenza scatenata da un virus o che sia un’emergenza scatenata da una tempesta di cavallette che si abbattono sul vostro pianeta, la dinamica rimane ugualmente la stessa, e cioè che voi attraverso le vostre emozioni aprite o chiudete le porte a queste emergenze in una maniera piuttosto che un’altra. […]

Il senso critico fa parte del VERBO che siete, è arrivato il momento di usarlo, da adesso in poi e per tutto il tempo che chiamiamo eternità.

E per una volta i Portatori di Presenza fanno uno strappo alla regola e chiedono ai nostri amati canali di scrivere una dichiarazione nel centro della pagina. Solo una volta, leggetela solo una volta, ripetetela solo una volta, ma che sia stato fatto, questo, con un intento ben chiaro, in Sincerità e Trasparenza. E questa dichiarazione è questa, scritta nel centro della riga successiva:

“Io sono VERBO
e da adesso in poi
e per tutto il tempo che chiamiamo eternità,
io decido di usare il senso critico per il mio bene
e per il bene di tutti i miei fratelli e di tutte le mie sorelle,
consapevole ancora una volta e bene informato che
il bene di uno è il bene di tutti.”

______________
Estratto da:
Il Grande Libro della Scelta
______________

 

Ed è attraverso il filtro del mio senso critico che ho scritto il seguente testo sulla mia pagina facebook.

 

#IONONSTOCONFEDEZ
#iononstoconlaLega
#iononstoconlaRai
#iononstoconDraghi
#iostocongliInascoltati

Io sto con coloro che da 14 mesi non lavorano e non ricevono dal governo un sostegno economico che gli permetta di sopravvivere…

Ha perso una grande occasione Fedez per dare voce a queste persone al concerto del primo maggio, invece ha preferito alimentare il suo Ego Ego facendo un comizio politico e prendendo nella sua veste buonista radical chic la difesa di coloro che hanno una preferenza sessuale diversa dalla maggioranza degli esseri umana…

Non che questo non debba essere fatto, ma in questo momento in Italia ci sono altre priorità ben più importanti… persone che hanno maggiormente bisogno di dar loro voce e questo non è stato detto in un modo a mio giudizio appropriato… Prima di contestare questa mia affermazione, vi invito a guardarvi il video del discorso che ho appositamente postato.

Nella prima parte del discorso ( che come lui stesso afferma era stata approvata dalla direzione Rai) Fedez fa una richiesta a Draghi di dare più attenzione ai lavoratori dello spettacolo… “Caro Draghi…. NON DICO QUALCHE SOLDO, ma almeno qualche parola, un progetto di riforma, in difesa di un settore che è stato decimato da questa emergenza… “...

Caro Fedez come “non di dico qualche soldo” come “qualche parola“? Questa è gente affamata alla canna del gas che non ha bisogno di parole, ha bisogno di pane perchè non prende uno stipendio da 14 mesi!!! Peggio che dire “dategli le Brioche” almeno quelle, a differenza delle parole sfamano…. se avessi i piedi nudi per terra, anziché dentro le tue scarpe da 20.000 euro (tra cui le  “Satan shoes” con sangue umano 😱)  capiresti che questa gente in questo momento non ha bisogno di progetti di riforma, hanno bisogno di soldi e di tornare a lavorare!!! Di riforme se ne riparlerà quando usciremo da questo incubo…

E anche se questa prima parte potrebbe apparire come una critica alle politiche del governo, visto che si riferisce a Draghi, la seconda parte del discorso è a sostegno delle politiche del governo, perchè attacca l’unico partito politico del governo che si oppone alla politiche di chiusura di sole alcune attività economiche tra cui quelle delle spettacolo… Quindi in realtà la seconda parte del discorso va a favore della politica di chiusura e quindi contro gli stessi lavoratori dello spettacolo…

E che sia chiaro a tutti che non sto affatto prendendo le difese della lega, dato che NON ho mai votato lega, alla ultime elezioni ho votato i 5 stelle e alle prossime non voterò… sto prendendo le difese di coloro che in questo momento sono gli ultimi, quello che Fedez non ha fatto….

Per cui pur non condividendo i modi è la forma espressi in quella telefonata con i dirigenti Rai, mi sento pienamente d’accordo con la vice presidente della Rai quando ha detto che il suo discorso era inopportuno. Il 90% dei programmi di Rai1, Rai2 e Rai3 per me andrebbero cancellati da tutti i palinsesti…ma la vice presidente della Rai aveva ragione la seconda parte del discorso di Fedez nel contesto attuale, in cui ci sono milioni di persone che non lavorano da 14 mesi e che non hanno dal governo un adeguato sostegno economico, a differenza degli altri paesi europei, è stato inopportuno!… I lavoratori in difficoltà, tutti e non solo quelli dello spettacolo, si meritavano più attenzione… e l’attacco politico alla destra omofoba poteva essere rinviato ad altra occasione perchè in questo momento non è prioritario.

Il discorso di Fedez sarebbe stato anche un bel un discorso se fosse stato fatto alla festa del primo maggio del 2019, ma non il primo primo maggio del 2021, probabilmente Fedez nella sua gabbia d’oro non si è accorto che il mondo non è più lo stesso di due anni fa e quel poco che era rimasto della polarizzazione ideologica tra destra e sinistra è stato completamento spazzata via…

Prima di commentare ascoltatevi il discorso di Fedez.

Grazie (Qui il post su facebook)

 

Ciao, alla prossima News!!! 🙋🏻‍♂️✨

Pietro)*

________________________________
Per ricevere questa news via e-mail, Whatsapp o Telegram clicca qui
 
Per leggere le precedenti news clicca qui



15 commenti

  • Barbaa

    Forse è tempo di capire che è tutto programmato anche l’intervento di Fedez per convogliare il dissenso di una fetta di popolazione.
    Ha finto di di dire che raitre non ci stava e poi s’è prestato per le diffondete l’uso delle mascherine da un anno.
    Lo sapete che si è gloriato d aver aggiunto alla collezione snerkers”Satan shoes” contenente sangue umano??
    Respiriamo e stiamo nella natura, con i nostri animali e le persone che amiamo
    Altro che avvenire la speciazione…
    Siamo ancora nel kaligiuga..
    Ma presto il mondo cambierà…❤️❤️❤️

  • Barbara

    Si è prestato x le mascherine significa che ha ricevuto un contributo dal governo e che pertanto sostiene il sistema ed il deepstate.
    Avete capito?
    Le favole hanno la morale..
    Questa invece è solo menzogna.
    E l’ignoranza nel tempo dell’informazione è una scelta come una coscienza rattrappita poiché evolvere è stare dalla parte della luce, è faticoso e spesso ci sente soli.
    Meglio stare gregge.

  • Luisa

    Direi che mi hanno fatto passare tutti la voglia di fare anche solo un commento. Mi astengo e considero che il silenzio (dato che di parole se ne dicono fin troppe!) sia la migliore soluzione per tutti

  • Veronica

    Non sono affatto d’accordo con il suo senso critico,iononcistoconlesueparole,mi appare soltanto un giudizio pesante e scarsamente focalizzato.Premetto che non ho né simpatia né antipatia nei confronti di Fedez,tuttavia ritengo che il suo denunciare alcuni nomi della Lega,riguardasse semplicemente le gravi affermazioni discriminatorie, ciò nulla aveva a che vedere con chiusure o aperture del nostro paese.E’ palese a tutti che non sono sufficienti parole e riforme a sostegno delle famiglie dello spettacolo e non che hanno pagato un prezzo alto a causa della pandemia,ma credo si rivolgesse a Draghi come ad esortarlo a dare un qualsivoglia cenno di interessamento. Sinceramente da qualunque motivo sia stato mosso ,mania di protagonismo,ottenere ulteriori consensi e quant’altro, apprezzo comunque la denuncia delle parole discriminatorie e della RAI che lede il diritto costituzionale alla libertà di parola.
    Forse sarebbe meglio affinare un senso critico meno severo,traendo il lato positivo dalle cose,che cambiano a secondo della lettura che gli si vuole dare.

    • Anna

      Condivido in pieno il pensiero di Veronica. Fedez non mi piace, ma ha una potenza mediatica insieme alla moglie impressionante (40 mln di followers, qualunque rete televisiva se li sogna…) ed è per questo che il Governo precedente gli aveva chiesto di fare un appello ai giovani per spiegare l’importanza di indossare sempre e correttamente la mascherina, per sperare in un risultato diverso rispetto a tutti gli appelli inascoltati. Che la RAI in passato abbia censurato pesantemente e ci provi ancora adesso lo sappiamo. La registrazione poi non lascia dubbi, c’è stato un tentativo, gli hanno chiesto di non fare i nomi e cognomi degli esponenti della Lega che avevano fatto dichiarazioni violente contro gli omosessuali. Ora Fedez non è un eroe, essendo molto molto ricco si è potuto permettere di dire ciò che pensa fregandosene delle conseguenze. La domanda è come mai nessuno dei suoi colleghi si sia esposto nè adesso nè in passato. Per quanto riguarda gli addetti allo spettacolo che si trovano in una condizione drammatica come purtroppo anche quelli di altri settori, la richiesta è di dotarli di un vero e proprio contratto di lavoro nazionale con le tutele adeguate e non dare solo qualche soldo estemporaneamente senza risolvere il problema. E naturalmente questo vale anche per altri settori non ancora tutelati. Secondo me Fedez ha tirato una “bomba” accendendo l’attenzione mediatica su alcuni problemi e questo può servire a risolverli speriamo.

      • Edizioni Stazione Celeste

        Cara Anna e Veronica,
        che la Rai sia politicizzata lo sanno pure i sassi, su questo non c’è dubbio e va bene anche che ci sia qualcuno che ce lo ricordi, ma in un modo corretto, non manipolando le informazioni per tirare acqua al suo mulino, perchè in tal caso non è andata come dice Fedez, la RAI non lo ha censurato, ma è stato Fedez che ha montato quel video ad arte per farlo credere, ingannando milioni di italiani… i dirigenti Rai hanno pubblicato l’audio integrale che vi invito ad ascoltare, vi lascio sotto il link, ascoltando si capisce che non c’è stata alcuna censura, la vicedirettrice Rai alla domanda di fedez se poteva dire quelle cose risponde “Assolutamente!” ma questa risposta lui nell’audio non l’ha messa ha lasciato la domanda senza risposta, loro stavano solo cercando di far capire a Fedez che quello che voleva dire era inopportuno per quel contesto, perchè era la festa dei lavoratori e non la festa dell’unità o il Gay Pride e nella situazione attuale i lavoratori meritavano molta piu di attenzione… e il discorso di Fedez avrebbe tolto attenzione alla loro causa che in questo momento aveva la massima priorità…..rd infatti è quello che è successo, il giorno dopo tutti a parlare di quanto fosse bravo fedez e nessuno ha parlato dei lavoratori, ma quella era la loro festa, non era un comizio politico di Fedez

        Ascoltando l’audio integrale una cosa che fa capire che non c’era alcuna intenzione di censurare Fedez è che loro hanno fatto chiamare Fedez dal comico Lillo che era il conduttore della serata e c’era anche Ambra Angiolini con lui, che era la conduttrice, quando però Fedez ha alzato al voce Lillo si è tirato fuori e gli ha passato i dirigenti… poi è vero che i dirigenti non hanno saputo tener testa a Fedez ed hanno utilizzato termini infelici come “sistema” ma provateci voi a tener testa ad uno con quella sua notorietà che vi scarica addosso tutte quella rabbia gridando… erano loro che averebbero dovuto accusare Fedez di averli Bullizzati e invece Fedez dopo quella telefonata manda un twit provocatorio dicendo che la Rai lo aveva censurato, i dirgenti Rai hanno risposto che non c’era stata alcuna censura come infatti non c’è stata, e Fedez per far vedere che aveva ragione ha mandato un video solo con alcuni pezzi della telefonata… Ha mentito, ha manipolato l’informazione come il peggiore dei giornalisti, è stato scorrettissimo, eppure nonostante questo a ricevuto il plauso degli italiani che lo hanno considerato un eroe per quello che ha fatto… ovvero divulgare una telefonata riservata di lavoro (perchè Fedez è stato pagato per salire sul Palco) e per di più facendo un montaggio per fare credere una cosa non accaduta…

        La vicedirettrice di Rai 3 (non Rai1 o Rai2, la RAI 3 “Comunista”) che è stata la ex portavoce di Veltroni, censura Fedez (influencer da 12 ml di follower) per non parlare male della lega è davvero una barzelletta… eppure milioni di italiani l’hanno bevuta…

        Ascoltatevi la due versioni: prima la telefonata montata da Fedez e poi quella integrale, ne vale la pena… è un interessante esempio di come un influencer riesca furbescamente a influenzare l’opinione pubblica a suo vantaggio…

        La telefonata tagliata da Fedez: https://www.youtube.com/watch?v=MBfv1oT0WL8

        La Telefonata senza tagli: https://www.youtube.com/watch?v=OWShIYe2ByE

  • ANTONELLA SFRISO

    forse avete ragione, ma non voglio perdere tempo ad ascoltare Fedez, anzi chi è sto Fedez che devo dedicare del tempo ad ascoltare?? è importante? è così poco il tempo che abbiamo che preferisco guardare il cielo e le stelle o le mie gatte e ascoltare i loro miagolii, ma gari imparo qualcosa…

  • Francesca

    Sono d’accordo con te Pietro.
    Secondo me il personaggio Fedez aveva bisogno di un pò di notorietà per non essere da meno della sua compagna….altrimenti tra un pò scompare. E poi sicuramente si è prestato………..

    • Edizioni Stazione Celeste

      Effettivamente i suoi 12 milioni di follower sono per il 90% acquisiti non per meriti artistici ma per riflesso dalla moglie che di follower ne ha 24 milioni, e anche perchè hanno sfruttato l’immagine di loro figlio ed adesso stanno facendo la stessa cosa con la femmina. Penso a quel bambino conosciuto in tutto il mondo, quando crescerà dovunque andrà lo riconosceranno e ovunque andrà non potrà sentirsi libero, perchè ovunque troverà gente che lo osservano o che gli chiedono selfie … il regalo più grande che possiamo dare ad un figlio è renderlo libero… e invece Fedez e Ferragni hanno ingabbiato loro figlio nel ruolo di personaggio… se la gran parte dei wip evitano di far vedere i propri figli da bambini non è perchè sono più fessi anche se sanno che quello potrebbe dargli un ritorno economico, è un atto d’amore che fanno nei confronti dei loro figli…
      Si anche loro non hanno questa libertà… ma loro però hanno fatto una scelta ed hanno sperimentato cosa significa vivere senza essere un personaggio popolare, ai loro figli questa scelta è stata negata.

  • Mina Mazzeo

    Buongiorno a tutti!
    concordo con la sig.ra Antonella 🙂

  • Franca

    Anch’io sono d’accordo con te, perché non voglio che venga sottratto l’unico giorno dedicato ai lavoratori, soprattutto a quelli che il lavoro non c’è l’hanno più a causa delle insensate scelte governative. Certamente il giorno dopo avrebbero potuto riempire pagine di giornali e invece il “grande” Fedez inscena una problematica fuori contesto, affinché l’allarme della sofferenza di intere famiglie rientri a favore di polemiche sterili ed inutili in un gioco sottile e beffardo dal quale ne scaturisce una cinica ipnosi di massa.
    Continua così Fedez che la tua “fama” crescerà, ma solo per i cretini.

  • Anna Maria Ribecchi

    Grazie della pubblicazione del messaggio; io mi annoio a volte nell’ascoltare i concerti, quindi mi era sfuggito. Ho letto ed ascoltato molto volentieri, come pure ho sostenuto la petizione a Draghi per l’aiuto a quelle categorie non protette. Però, sei sicuro che la polarizzazione ideologica tra destra e sinistra sia stata cancellata? Io temo che, passata la pandemia, se passerà completamente, si ricomincerà da capo con la violenza verbale che ha contraddistinto gli ultimi anni di politica e che ha nuociuto tantissimo al paese…

    • Edizioni Stazione Celeste

      Ciao Anna Maria,
      Io penso che per le nuove generazioni questa polarizzazione si sia enormemente ridotta… restano degli strascichi, ma le nuove generazioni sono lontane anni luce da questa diatriba anche perchè il comunismo non c’è più ed era il comunismo che teneva in vita il fascismo proprio ed un effetto di polarizzazione… con questo non voglio dire che è stata cancellata la dualità, quella ci sarà sempre perchè è proprio la condizione che ci permette di fare esperienza… ma riguardo invece della politica, la destra e sinistra della sostanza dei fatti non c’è più è tutto confuso, quelli di sinistra si comportano come quelli di destra e viceversa e alla fine si crea un mix che li fa sembrare fatti tutti della stessa pasta, che mi ricordano i democristiani … questo nella sostanza ma poi c’è la forma ed è li che giocano i teatranti per tirare acqua al proprio mulino… la sinistra e la destra per come l’avevamo concepita non esistono più perchè è cambiata la società ma i politici di destra e di sinistra fanno di tutto per mantenere in vita questa distinzione perchè è solo attraverso questa distinzione che loro possono sopravvivere politicamente… Perché erano tutti inferociti con i 5 stelle? Perchè non si era polarizzato, appena lo ha fatto è stato accolto… per cui è un processo lento ma la sorte di questo tipo di polarizzazione è destinata a mutare ulteriormente, l’effetto della pandemia è aver accelerato questo processo, quello che è sarebbe successo in dici anni in termini di cambiamento della percezione di destra e sinistra è avvenuto in un anno, ed è questa la critica che faccio a Fedez, non essersi reso contro di questo, forse perchè talmente infervorato dal suo scontro con la Destra che gli ha fatto perdere il focus con ciò che aveva intorno…

  • Giuseppe

    Fedez? Purtroppo è uno dei nuovi modelli che la società propone ai nostri figli, l’emblema dell’ignoranza e della superficialità. I modelli di un tempo sono superati, pur di raggiungere i loro scopi, di raschiare il fondo del barile per recuperare i voti in ogni settore dell’umanità, il PD continua a proporre separazione. Gli esseri umani sono esseri umani, la costituzione già difende gli orientamenti sessuali, ma il PD deve settoriarli, promuovono la legge Zan a scopo pubblicitario perché sanno che alle prossime votazioni il tonfo si sentirà dall’altra parte del pianeta, e questo vale anche per i 5 stelle che hanno ingannato il popolo. Ormai si sta cadendo a picco, l’ignoranza la fa da padrona immolando la cultura sull’altare dell’antirazzismo o della omotransfobia ecc… A proposito di modelli, in un’università di Washington è stato smantellato il dipartimento di studi classici perché ritenuti “suprematisti” perché tutti gli autori erano maschi e bianchi. Niente più Omero, Virgilio, Dante… Quella cultura che ha posto le basi della civiltà occidentale, in Europa e in particolare in Italia e in Grecia, esportata anche negli Stati Uniti, viene oggi ripudiata. Quanto tempo ci vorrà perché anche in Italia si buttino via gli studi classici per sostituirli con le dissertazioni assurde dei vari Fedez? In apparenza difendono il diritto di scelta dell’orientamento sessuale, in realtà creano separazione e alimentano l’odio, e tutto per una manciata di voti che non serviranno a tenerli al potere. Mi auguro che il centrodestra, appena sarà eletto, quando l’attuale dittatura consentirà il ritorno alle urne, come primo provvedimento operi una profonda revisione della magistratura che oggi, asservita al PD, continua a svolgere processi politici anziché perseguire la giustizia.

Lascia un commento